The Lost Diggers

img_2567_16mbbku-16mbbn8

The Lost Diggers è un documentario in onda sul canale televisivo australiano Channel 7 all’interno del programma Sunday Night (http://www.sundaynight.com.au/), che si occupa identificare alcuni soldati che combatterono sul Fronte occidentale, attraverso il loro ritratto, rinvenuto in foto inedite.

Dopo quasi un secolo dallo scoppio del Primo conflitto mondiale, in un attico di una casa di campagna nel nord della Francia, sono state scoperte circa 4 mila fotografie in bianco e nero che ci mostrano un ritratto inconsueto dei soldati impegnati nella Grande Guerra.

Autori delle foto Louis e Antoinette Thuillier, marito e moglie francesi che vivevano nel piccolo villaggio di Vignacourt, nel dipartimento della Somme. Qui ebbe luogo una delle battaglie più sanguinose del Primo conflitto mondiale, con oltre 59mila morti solo nel primo giorno di offensiva. Le foto ci mostrano i volti di quei soldati inglesi, americani, francesi, australiani e neozelandesi catturati in scatti informali, perché il villaggio durante la guerra venne utilizzato come centro di riposo per i combattenti. Si tratta di giovani uomini immortalati prima della battaglia, molti dei quali sarebbero morti poche ore dopo, tanti (la maggior parte) non sono mai stati identificati.

Il ritrovamento è stato effettuato da un team di ricercatori guidato dall’australiano Ross Coulthart, circa 500 foto sono state portate in Australia e restaurate, per poi essere raccolte in due libri, in televisione (sulla Bbc ma anche sulla tv australiana in questione) e in Rete è partita la ricerca: “Abbiamo bisogno del vostro aiuto, aiutateci a scoprire chi sono quei soldati”. Un dettaglio dell’uniforme, una scritta, tutto viene passato al setaccio per cercare di dare un nome a questi giovani soldati.

The Lost Diggers: https://au.news.yahoo.com/sunday-night/features/a/8900933/the-lost-diggers/

La pagina Facebook del programma: https://www.facebook.com/lostdiggers/timeline

World War One

cupidity
Il sito della British Library https://www.bl.uk/world-war-one arricchisce il contributo del Regno Unito alla commemorazione pan europea della Grande Guerra con “Europeana 1914 – 1918”.
Il progetto si è avvalso dei contributi dell’Unione europea (ICT Policy Support Programme) nell’ambito dei settori della competitività e innovazione mirando alla raccolta di centinaia di migliaia di materiali digitalizzati, legati a storie ed eventi della guerra, resi ora disponibili gratuitamente on line. Diecimila voci tratte dalle collezioni della British Library sulla Grande Guerra si possono consultare attraverso “Europeana 1914 – 1918” oltre a documenti, film, ricordi famigliari riferiti alla guerra, forniti da parte di istituzioni europee.
Il sito della British Library “World War One” permette l’accesso a più di 500 di questi temi, gli argomenti delle collezioni sono affiancati da articoli redatti da esperti, cortometraggi e interviste con autori e personalità del mondo accademico; vi si può trovare, inoltre, un’area dedicata agli insegnanti.
La collaborazione della La British Library ad Europeana si affianca a quella di 11 istituzioni provenienti da 7 paesi europei, nello specifico:
Bibilioteca Nazionale Centrale di Roma “Vittorio Emanuele II” – Italia
Bibiliothèque nationale de France- Francia
Bibliothèque nationale et universitaire de Strasbourg – Francia
Staatsbibliothek zu Berlin – Germania
Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze – Italia
Bibliothèque Royale de Belgique – Koninklijke Bibliotheek van België – Belgio
Det Kongelige Bibliotek – Danimarca
Österreichische Nationalbibliothek – Austria
Narodna biblioteka Srbije – Serbia
Istituto Centrale per il Catalogo Unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche – Italia
CLIO – Online – Germania

Recensione a cura di Doriana Floris: PhD. “Storia d’Europa, società, politica e istituzioni XIX-XX secolo” Università della Tuscia – Viterbo.

 

First World War at the National Archives UK

menu-first-world-war-b

I National Archives UK hanno voluto dedicare al centenario della Grande Guerra uno spazio sul proprio sito attraverso la messa on line di molti documenti originali del governo britannico digitalizzati, riferiti a differenti contesti di quel periodo: http://www.nationalarchives.gov.uk/first-world-war/.
E’ possibile, infatti, prendere visione di lettere, diari, carte geografiche interattive, foto e filmati in grado di offrire numerose ed interessantissime testimonianze. L’iniziativa degli Archivi vuole sottolineare non solo l’intento commemorativo, ma la volontà di condividere quanto conservato nei propri fondi, contribuendo con aggiornamenti progressivi che si concluderanno nel 2019. Le principali raccolte si riferiscono alle Forze armate, alla Marina mercantile e a fonti diverse che vanno dal Gabinetto Difesa ai Servizi di Sicurezza, nello specifico:

Esercito
Interviste ai prigionieri di Guerra 1914 – 1918
Indici della carte riferite alle medaglie concesse tra il 1914 e il 1920
Documenti sul servizio dei Corpi Ausiliari femminili 1917 – 1920
Documenti sul servizio delle Infermiere Militari 1914 – 1918
Diari di Guerra 1914 – 1922
Registri della Victoria Cross (più alta onorificenza concessa ai soldati al fronte) 1856 – 1944
Stati di servizio dei soldati
Documenti sulle pensioni dei soldati
Documenti e stati di servizio relativi ai soldati “palafrenieri” dei reggimenti di cavalleria 1799 – 1920

Aeronautica
Stati di servizio di Ufficiali 1918 – 1919
Stati di servizio delle donne appartenenti alla RAF (Royal Air Force)

Marina
Documenti di valutazione 1853 1923
Stati di servizio degli Ufficiali 1756 – 1931
Stati di servizio degli appartenenti all’Aviazione di Marina 1906 – 1918
Stati di servizio delle donne appartenenti alla Marina 1917 – 1919
Stati di servizio dei volontari appartenenti alla Riserva 1903 – 1922
Stati di servizio della Divisione Marina
Carte e fascicoli degli Ufficiali della Marina 1840 – 192
Stati di servizi della Riserva della Marina

Marines
Stati di servizio dei Marines 1842 – 1925
Marina Mercantile documenti su medaglie concesse a marinai della Marina Mercantile

Altre fonti
Carte del Gabinetto Difesa
Censimento anno 1911
Bollettini
Servizio di Sicurezza: fascicoli personali
Liste per il reclutamento alla guerra

Tra le sezioni descritte, una recente acquisizione digitale, dedicata ai diari relativi agli ospedali da campo, quelli navali, veterinari e agli ospedali per le convalescenze (http://www.nationalarchives.gov.uk/about/news/first-world-war-hospital-diaries-now-online/), mette a disposizione documenti che rivelano la routine quotidiana, gli interventi e gli eventi speciali, incluse le funzioni religiose per il Natale, le difficoltà di impiantare ospedali nei campi di battaglia, la logistica necessaria sia per i soldati che per gli animali da curare. Si possono consultare, inoltre, testi che riportano le relazioni sulle modalità di cura di pazienti con disturbi fisici o mentali.
Secondo William Spencer, autore e specialista in documenti militari presso i National Archives “i diari forniscono la visione da “dietro le quinte” della mole logistica necessaria per affrontare e vivere la guerra. E’ per questo che rendere questi diari disponibili on line rappresenta un progetto importante, non solo per i ricercatori, ma per il pubblico in genere, perché in grado di portare alla luce l’intera portata della guerra”.

Recensione a cura di Doriana Floris: PhD. “Storia d’Europa, società, politica e istituzioni XIX-XX secolo” Università della Tuscia – Viterbo.

The Letters of 1916

banner-092015-v3

Il progetto “The letters of 1916” è il primo “public humanities project” in Irlanda, a cura della Maynooth University e di numerosi atenei e istituzioni dell’isola. Si tratta di una raccolta di lettere scritte intorno al periodo della cosiddetta Easter Rising (rivolta di Pasqua) che ebbe luogo tra il 1 novembre 1915 e il 31 ottobre 1916. Questa iniziativa include lettere, in possesso di istituzioni (sia in Irlanda che all’estero) e di collezioni private, per un totale di oltre 2230; tali documenti sono in grado di commentare la rivolta, la letteratura, l’arte, la Grande Guerra, la politica, gli affari e la vita quotidiana di quel periodo. Queste lettere riescono a far rivivere le parole scritte, quelle non dette e quelle dimenticate.
L’aspetto innovativo è rappresentato dal fatto che è possibile partecipare al progetto inserendo, direttamente dal sito , lettere o immagini rinvenute e riferite a quell’arco temporale. Nell’ambito di questa iniziativa vi è inoltre un altro modo molto accattivante di poter offrire il proprio contributo. Nella sezione “transcribe a letter”, si può scegliere un argomento d’interesse (la Rivolta, la Grande Guerra, lettere d’amore etc…) e trovare lettere da interpretare e trascrivere, nell’intento di scoprire storie nascoste risalenti al 1916.

http://letters1916.maynoothuniversity.ie/

Recensione a cura di Doriana Floris: PhD. “Storia d’Europa, società, politica e istituzioni XIX-XX secolo” Università della Tuscia – Viterbo.

L’Università di Torino e la Grande Guerra

front_archivio

La mostra virtuale dell’Università di Torino, nell’ambito delle celebrazioni per il centenario della Prima guerra mondiale, che documenta il contributo dell’Ateneo all’innovazione – indotta e accelerata dallo sforzo bellico – in campo scientifico, medico, sociale e culturale, attraverso le proprie fonti archivistiche, bibliografiche e museali.
La collezione include la pubblicistica del corpo accademico nel decennio 1914-1924 influenzata dalla guerra, le immagini degli aspiranti piloti, selezionati dal Laboratorio dell’Istituto di Fisiologia, i volti e le vite degli studenti caduti al fronte, il contributo all’assistenza dei combattenti e al conforto dei prigionieri.

http://www.grandeguerra.unito.it/

Parte del materiale documentario della mostra è confluito nel portale “14-18 Documenti e immagini della Grande Guerra”, curato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali.

WW1 Dentro la Grande Guerra

WW1 è una piattaforma editoriale collaborativa, basata su una mappa interattiva, che intende ricostuire quello che era il
fronte italiano nel nordest. Il progetto è curato dall’Associazione culturale “WW1 – dentro la Grande Guerra” e vuole rendere accessibili, in forma digitale e in lingua italiana e inglese, contenuti inediti come panorami interattivi, video, documenti storici tratti dall’Albo d’Oro, relazioni dell’esercito sulla Grande Guerra, memorie private, ricostruzioni di forti e trincee, la vita civile.

http://www.grandeguerra100.it/

WW1_galassia

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.